Back

Le ricerche di mercato con Toluna sono sempre più ‘quick & deep’ ora anche con QuickCommunities

Agilità, flessibilità, velocità, autonomia: nell’era dell’immediatezza digitale questi requisiti sono sempre più importanti anche per chi si occupa di ricerche di mercato. Far leva sulla tecnologia per accelerare il time to insight e accelerare il ROI dell’investimento in ricerca sono asset su cui Toluna lavora da sempre: pioniere delle ricerche DIY, la digital market research agency fondata da Frédéric-Charles Petit, ha via via affinato gli strumenti che mette a disposizione di aziende e istituti di ricerche costruendo piattaforme per insight con un approccio del tutto nuovo per reclutare e coinvolgere i panelisti e per rendere sempre più agili e veloci i processi di ricerca grazie alle opportunità del digitale.

Proprio ‘Go Digital’ è l’invito che Toluna ha lanciato alle aziende, in particolar modo alle PMI italiane, nel corso del suo esclusivo evento annuale il 6 ottobre scorso al Talent Garden Milano Calabiana dove sono state presentate le ultime novità all’insegna del ‘quick’ che nulla toglie al ‘deep’. Un approccio di cui hanno portato testimonianza tre aziende partner di Toluna in Italia raccontando come lavorano con la digital market research agency, quali obiettivi raggiungono e quali strumenti utilizzano da tre differenti punti di vista.

Accorciare i tempi e tracciare linee di trend: sono i risultati ottenuti da Bain & Company Italy che ha avviato la sua collaborazione con Toluna 2 anni fa. “La velocità di risposta non è una componente banale, ma premessa per una partnership di lungo termine”, ha spiegato GianLuca Di Loreto, partner della società di consulenza, sottolineando oltre alla velocità di risposta anche la trasparenza, grazie alla costante garanzia di accesso ai dati, la componente di servizio ulteriormente arricchita dalla presenza della sede italiana di Toluna e le molte opzioni offerte dalle piattaforme per la costruzione delle survey.

Il punto di vista dell’early adopter: lo ha offerto Fabio Savelli, CEO Sita Ricerche, partner di Toluna dal 2009 e che gestisce grandi volumi di interviste sia per un consumer panel stabile sia per tante ricerche di tracking advertising. “L’efficienza è un asset fondamentale di Toluna e oggi è ancora più flessibile, veloce e offre una sempre maggiore integrazione degli strumenti oltre a garantire la completa autonomia e il vantaggio non indifferente della riduzione dei costi”, ha sottolineato Savelli.

La community brandizzata per raccogliere insight tra i clienti: è quella che Lottomatica ha costruito a 4 mani con Toluna per far crescere e consolidare la relazione con i clienti, sviluppando anche la co-creazione, approfondire la conoscenza della propria customer base, profilando i clienti su variabili soft, e ottemperare alle regolamentazioni. “Siamo partiti nella seconda metà del 2017 e siamo molto soddisfatti delle prime survey realizzate che ci hanno permesso di studiare fenomeni ancora poco penetrati sul mercato”, ha segnalato Giulio Catalano, Market Research & Insight Management Lottomatica.

“Abbiamo piattaforme diverse per rispondere a esigenze diverse, ma l’obiettivo del 2018 è ricondurre tutto a un’unica piattaforma per rendere ancora più agile l’accesso e più rapidi i tempi di lavoro”, ha anticipato Marco Gastaut, amministratore delegato Sud Europa e LatAm, ricordando l’ultimo lancio in ordine di tempo – quello di Toluna QuickCommunities – che la digital market research agency approfondirà presentando un caso di studio con TetraPak nel corso del prossimo Assirm Forum il 24 ottobre a Milano.

FacebookTwitterLinkedInGoogle+